Todo list: come ottimizzare il vostro tempo

Ci sono periodi in cui si hanno molto cose da fare, ma poco tempo per concluderle. Questo può essere fonte di frustrazione e delusione personale. Ci si sente poco efficaci e produttivi, in realtà le cose possono migliorare con una TODO LIST.

Non funziona come una bacchetta magica, ma può farci avere una visione di insieme di ciò che abbiamo da fare e permette di organizzarsi per tempo.

L’ingrediente principale da cui partire è la determinazione di portare a termine quanto ci si è prefissati per la giornata.

Primo passaggio: scrivere la lista

Prima di tutto dobbiamo capire quali sono le attività da portare a termine, per scriverle scegliete il supporto che più vi ispira: per i tecnologici ci sono molte app (Todoist, Trello, Asana, Remember the milk), mentre per i tradizionalisti vanno benissimo carta e penna (agenda, blocco note, Moleskine)

Cercate quindi di individuare tutte le attività da fare, ma quando le scrivete ricordate di indicare solo obiettivi che potete raggiungere in un’ora al massimo. Se state seguendo un grosso progetto, spezzettatelo in tante parti finché ogni sessione durerà al massimo un’ora, altrimenti non riuscirete a completare l’obiettivo del giorno.

Ora potete procedere in due modi differenti:

Secondo passaggio: dividere per categorie (metodo A)

Dividete le vostre attività in base alla scadenza: giornaliera, settimanale o mensile. Quindi decidete se il vostro obiettivo va raggiunto nella giornata, nella settimana oppure entro la fine del mese.

Secondo passaggio: dividere per categorie (metodo B)

Stimate la priorità di ciascuna attività, distinguete ciò che è urgente, ciò che è mediamente importante da fare e ciò che è poco importante.

Poi ogni giorno eseguite 1 attività urgente, 3 mediamente importanti e 5 poco importanti.

Terzo passaggio: fissate degli appuntamenti

Vi consiglio di programmare con un calendario, multimediale o no, quando eseguire le vostre attività. Indicativamente scegliete all’interno della giornata delle fasce orarie in cui dedicarvi alle diverse categorie di attività. Per esempio dalle 6.00 alle 8.00 si possono svolgere attività personali, dalle 8.00 alle 18.00 attività professionali se lavoriamo in ufficio, e dalle 18.00 in poi ci si dedica alla casa e alla famiglia.

La lista delle cose da fare è praticamente infinita, continuate ad aggiungere tutto ciò che è necessario in qualsiasi momento, ma ricordate di pianificare un check per organizzare tutte le attività non ancora assegnate e verificare periodicamente se sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati.

Buon Lavoro!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *