Il Kakebo: economia domestica alla giapponese

È un sistema giapponese per gestire le spese mensili. È molto semplice ed intuitivo, esistono app da acquistare e siti per utilizzarlo, ma è possibile realizzarlo anche con una cartella excel.

Se volete tenere sott’occhio la contabilità familiare questo è lo strumento che fa per voi.

Per realizzare un kakebo è sufficiente utilizzare un programma che lavora con i fogli di calcolo, come excel, ed avere qualche nozione base. Le app e i siti dedicati a questo strumento di economia domestica solitamente sono a pagamento e danno il vantaggio di agevolare l’inserimento dei dati con una grafica studiata ad hoc.

Come funziona

Nel kakebo vanno registrate le entrate e le uscite fisse, come per esempio lo stipendio o il costo di un abbonamento, e poi quotidianamente le spese sostenute specificando la categoria di appartenenza (sopravvivenza, extra, regalo…). Alla fine del mese è facile verificare quanto si è speso in totale e quanto per ciascuna categoria. In questo modo è possibile capire se è il caso di rinunciare a qualche extra oppure permettersi un regalo. Con delle impostazioni più specifiche è possibile sapere anche a quanto ammonta la capacità di spesa quotidiana.

Come creare un kakebo con excel

Dovrete creare un file excel per ogni mese dell’anno. In ciascuna cartella excel, rinominare il primo foglio come VALORI FISSI.

Impostare due tabelle di due colonne ciascuna. Una tabella sarà dedicata alle entrate fisse, per esempio lo stipendio, e l’altra alle uscite, per esempio l’abbonamento a Netflix. La prima colonna riporterà il nome dell’entrata/uscita e l’altra il valore. Nelle uscite potete considerare anche una piccola somma che volete risparmiare senza un fine preciso.

Sotto alle tabelle, inserite una riga con la somma totale delle entrate e delle uscite. Dalla loro differenza ricavate il vostro budget del mese. Come accennavo prima, dividendo questa cifra per i giorni del mese potete saper qual è il vostro budget giornaliero.

Rinominate il secondo foglio della vostra cartella con il nome “SETTIMANA”. Per distinguere le settimane del mese potete aggiungere la data di inizio e fine (ex. settimana 1-7) oppure numerarle (ex. settimana1).

In questo foglio disegnate una tabella di tre colonne: data, categoria, valore. Inserite qui tutte le vostre spese giorno per giorno. È possibile inserire una quarta colonna per aggiungere il dettaglio della spesa, perché di solito le categorie principali sono generiche e sono: sopravvivenza, optional, cultura ed extra.

Alla fine della settimana calcolare il totale delle spese, per avere un report più dettagliato sommate anche il totale alla fine di ogni giorno.

Inserite tanti quante sono le settimane del mese e al termine inserite l’ultimo foglio si chiamerà “RIEPILOGO”. Disegnate una tabella con cinque colonne: periodo o numero della settimana, totale sopravvivenza, totale optional, tot. Cultura e tot. Extra. Riportate le somme calcolate nei precedenti fogli.

Calcolate infine il totale di ogni categoria e il totale generale di tutte le uscite. La soluzione migliore per visualizzare il peso delle vostre uscite sul vostro budget è rappresentare i dati con un grafico a torta.

Il kakebo è un sistema semplice, ma efficace e, se imparerete ad utilizzarlo,  riuscirete sicuramente a tenere sotto controllo le vostre finanze.
Vi auguro un 2021 danaroso!

Suggerimenti:
www.ilmiokakebo.it
Kakebo: il libro dei conti di casa

Fonti
immagine di copertina by freepik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *